CORTOMETRAGGI: AMORE PER I FILM BREVI

Non possiamo essere ipocriti. Il sogno di ogni regista è quello di girare un lungometraggio e di vederlo proiettato in più sale cinematografiche. Tuttavia il divario tra sogno e realtà diventa esponenziale dinanzi alla frase “un film prima di tutto lo si fa in banca“. Una citazione realistica che rispecchia in pieno le modalità attuali della produzione cinematografica. Se non hai potere economico, se la società di produzione non ha la forza di contrattazione è davvero utopico pensare di girare un lungometraggio.

Allora come fare? Abbiamo deciso di non rinunciare al sogno di raccontare per immagini dei contenuti sociali a noi cari. Lo abbiamo fatto con budget modesti, spinti dalla filosofia del cinema indipendente, dirigendo la nostra attenzione al cortometraggio.

Negli anni siamo riusciti a produrre pochi film che sono stati però premiati in molti festival. La playlist di film diretti dalla regista Pj Gambioli è composta dal brevissimo “Underwater, sottacqua“, da “Bestie“, da “Le petit camion” e dal più recente “Mamme Fuori Mercato” (attualmente è online solo il trailer)