Diciottesima puntata della video rubrica NON SI NASCE, SI DIVENTA condotta da Pj Gambioli e Monia Cappiello. Pubblichiamo questa puntata, non a caso, il giorno della Festa della Mamma. Protagonista Lisa Romagnoli, titolare di una copisteria con il sogno nel cassetto di diventare madre di almeno due bambini. Lisa, in una toccante testimonianza ci racconta del lungo percorso di guarigione dall’endometriosi, che rischiava di compromettere la realizzazione del suo desiderio di maternità. Ed in seguito di com’è stato duro conciliare il lavoro di imprenditrice con la gravidanza e la genitorialità. In Italia le libere professioniste e le imprenditrici non hanno nessuna tutela in caso di malattia e di maternità. La storia di Lisa è particolarmente toccante perchè senza l’aiuto ed il sostegno di sua madre, difficilmente sarebbe riuscita a conciliare maternità e impresa. Oggi ha due bellissime bambine, ma ai tempi del #coronavirus la genitorialità è messa a dura prova. Lei riesce ad andare in ufficio due volte la settimana, lui con lo smartworking ha difficoltà ad occuparsi delle bimbe. Quante famiglie in Italia si sono trovate con queste stesse difficoltà? 

parliamo di mamme single che con lo smartworking perdono il diritto di avere una babysitter a pagamento. In breve lavorano il triplo, in quanto oltre che fare il proprio lavoro, debbono accudire figli e casa; la vita da reclusi non aiuta le donne a ritagliarsi un attimo per se stesse. In questa puntata trattiamo inoltre il tema maternità in tutte le sue sfaccettature. Pur essendo un evento “naturale” non può e non deve essere dato per scontato. La donna che diventa mamma, anche quando come nel caso di Lisa è più che desiderato, va incontro ad uno sconvolgimento psico-fisico del quale ancora oggi si sa veramente poco. E troppo spesso nel momento di maggiore stress e debolezza, le figure materne (forse ieri maggiormente rispettate), oggi vengono svilite con frasi infelici ed omologanti. Grazie a Lisa per la sua testimonianza e a tutti voi che decidete di condividere e commentare il video. Per sostenerci è possibile con una semplice iscrizione al canale Youtube di JANAS TV (click sul bottone rosso e sulla campanella) Ricordiamo che questa puntata è stata registrata in versione #stayhome