Ventunesimo appuntamento della serie “Non si nasce, si diventa” condotta da Pj Gambioli e Monia Cappiello (in collegamento telefonico). Protagonista della puntata la farmacista Margherita Mattei Gentili in collegamento skype da Rimini. Una delle poche attività rimaste aperte durante il #covid è la parafarmacia che ha aperto in collaborazione con la sua amica e collega.

Margherita ci spiega qual’è la differenza sostanziale tra una farmacia ed una parafarmacia, e quali motivazioni che le hanno spinte a scegliere la seconda opzione piuttosto che la prima.

Interessante scoprire che aumenta la percentuale di persone interessate alla medicina alternativa, di farmaci fitoterapici (medicamenti di origine vegetale), di erbe prodotte in parafarmacia e della scelta di affidarsi a scienze antiche come l’ayurveda, l’omeopatia o la scienza dell’alimentazione.

Margherita è mamma di due figli ed assieme a lei approfondiamo l’argomento lavoro e gestione della famiglia ai tempi del #coronavirus. Spesso si sottovalutano le categorie con maggiori restrizioni dovute alla quarantena: ossia i bambini e gli anziani. Com’è cambiato il rapporto tra genitori e figli ma anche tra nonni e nipoti costretti a comunicare attraverso la tecnologia?

Ne approfittiamo per fare un focus sugli anziani che pur di vedere i propri nipotini, decidono di restare al passo coi tempi evolvendosi all’uso della tecnologia e delle chat whatsapp.

Margherita confessa che in famiglia l’uso della tecnologia è aumentato in modo esponenziale e che suo figlio di sette anni studia in chat room con la classe. Scene di ordinaria o straordinaria quotidianità che nel dramma ci fanno sorridere.

Come la storia dei più piccini che nel vedere la virtual class su un cellulare, strillano come se fossero in classe, ma con la comoda opzione digitale vengono “silenziati” per lasciar parlare la maestra. Divertente il racconto di Margherita che scorgendo la webcam vede tanti piccoli bambini scaternarsi nella convinzione di essere ascoltati. Ci chiediamo di quando si ritornerà alle lezioni live. Sorridiamo al pensiero di quelle maestre che dopo una lunga pausa di silenzio, dovranno nuovamente gestire classi di 36 alunni!

Ricordiamo che questa puntata è stata girata da casa, rispettando l’ordinanza che vieta il contatto ravvicinato con le persone. #iorestoacasa #italiacheresiste #iostoacasa #stayhome #conme #coronavirus #covid19 #metoo #freeda #freeda_es #frida #donnelavoro #scuoladacasa #zoom #classroom #chat #nonnienipoti #farmacia #parafarmacia