Ventiquattresima puntata della serie NON SI NASCE, SI DIVENTA (man wird nicht geboren, sondern man wird es) condotta da Pj Gambioli e Monia Cappiello (in collegamento telefonico). Ospite in collegamento Skype, l’educatrice per l’infanzia, Carla. Siciliana con il sogno dell’indipendenza, inizia il suo percorso con la passione per il teatro (ereditata da suo padre) e con la laurea in psicologia che le ha permesso i primi passi fuori casa. Da quel punto in poi, la sua voglia di vivere e di conoscere l’ha spinta a trasferirsi dapprima a Milano e a fare la trafila di molte donne alla ricerca di un occupazione che fosse in linea con il titolo di studio acquisito. Sarà una inaspettata call alla quale aveva partecipato un anno e mezzo prima, a farla rientrare nella sua Sicilia, giusto il tempo per fare un concorso che la proietta da sola in un nuovo mondo. La Germania, una lingua straniera da acquisire nel più breve tempo possibile, un mondo totalmente sconosciuto.

Da due anni vive a Berlino e lavora in un centro per l’infanzia occupandosi di bambini dai 3 ai 6 anni. Ha coronato il suo sogno di indipendenza ma anche di professionalità. Oggi si racconta ai nostri microfoni, mettendo a nudo i punti di forza dell’educazione protesa all’indipendenza ed all’autostima dei bambini. Una bella e simpatica puntata che seppure a distanza (non solo per le distanze fisiche geografiche ma anche per quelle indotte dal coronavirus) ci fa sorridere e riflettere sull’empowerment femminile. Si parla di “focus” forse è questa la ricetta vincente, il non tralasciare nulla ed il non perdere di vista l’obbiettivo che si vuole raggiungere. Ricordiamo che le puntate sono realizzate in Smart Working, particolarmente costretto dalla prevenzione al covid19 (coronavirus) ma in sintonia con l’ashtag Io resto a casa. Come sostenerci? con una semplice iscrizione al canale Youtube di JANAS TV (pulsante rosso e campanellino), condividendo e commentando il video